Bardolino - Orienteering sul Lago di Garda

Finale di Coppa Italia - Peschiera del Garda 26 ottobre 2019Campionati Italiani Sprint Relay - Bardolino 27 ottobre 2019

Vai ai contenuti
"Sbarcai verso le dieci a Bardolino, caricai il mio bagaglio sopra un mulo, e tolsi l'altro per me.
La strada saliva sopra il bacino del lago, e la valle dell'Adige.
Sembra che in epoca remotissima le acque, correndo le une contro le altre in diverso senso, abbiano data origine a quest'argine gigantesco, e che in epoche posteriori, vi abbiano depositata terra vegetale fertilissima."

(Johann Wolfgang von Goethe, Ricordi di viaggio in Italia nel 1786-87, Parte I, dal Brennero a Verona)
La storia di Bardolino segue quella di tutti i borghi che si affacciano sulla sponda veronese del Lago di Garda. Dopo i primi insediamenti umani furono i romani a stabilirvisi stabilmente.
Dopo la caduta dell'impero si susseguirono una serie di dominazioni con periodi di forte instabilità.
Per tale motivo, come in molti paesi del Garda, vennero erette delle mura difensive le cui prime documentazioni risalgono al 1100.
Alla fine del XII secolo venne ceduta dall'imperatore del Sacro Romano Impero Enrico VI a Verona.
Seguì quindi l'arrivo pacifico della Serenissima Repubblica di Venezia nel 1405 a cui tutto il veronese si affidò. Bardolino divenne il centro della marina veneziana sul Lago di Garda.
Mantenne la propria importanza con il titolo di di capoluogo del distretto dei comuni del Lago di Garda durante il periodo austriaco, quindi infine passò all'Italia.
Ora Bardolino ha assunto un ruolo di estrema importanza nel sistema turistico gardesano ma ha mantenuto anche la propria vocazione agricola favorita dal microclima presente attraverso la produzione di olio e del vino, dando a quest'ultimo anche il nome.
COSA VEDERE

la passeggiata lungolago verso Lazise : a sud di Bardolino inizia un percorso pedonale che costeggia il lago e porta alla cittadina di Lazise. Lazise è una piccola perla del lago di Garda, si tratta di borgo murato dominato dal castello scaligero del XIV secolo con un  porticciolo interno al cui lato si trova l'edificio della dogana veneta. Lazise si vanta di essere il primo comune libero d'Italia avendo ottenuto ampia autonomia dall'imperatore del Sacro Romano Impero Ottone II nel 983.

il museo dell'oliva e dell'olio : a Cisano si trova un museo privato dedicato all'oliva e ai suoi prodotti. Con l'aiuto di videoguida si viene accompagnati tra attrezzi di lavoro e ambienti ricostruiti alla scoperta dell'olio d'oliva del Lago di Garda. Per informazioni: www.museum.it

il musero del vino : a Bardolino si trova un museo privato dedicato alla produzione del vino che attraverso aree tematiche accompagnano il visitatore dalla coltivazione alla raccolta fino alla trasformazione e all'imbottigliamento. Per informazioni: www.museodelvino.it
A TAVOLA...

polenta e baccalà (stoccafisso) : lo stoccafisso viene lavorato precedentemente in acqua fredda per dissalarlo, deliscato, viene ridotto in piccoli pezzi, insaporito con un fritto di cipolle e acciughe, quindi cotto e servito con un po' di olio e la polenta.

l'olio del Garda : è un olio extra-vergine di oliva DOP (Denominazione di Origine Protetta). E' l'olio prodotto con la cultura più a nord del mondo, l'ottimo prodotto ottenuto è dovuto al microclima di tipo mediterraneo che il Lago di Garda riesce a dare. Per approfondire: oliogardadop.it

il Bardolino : è un vino DOC di colore rubino brillante, delicatamente fruttato è dotato di grande bevibilità. Adatto ad accompagnare un pasto di cucina tipica, viene prodotto oltre che a Bardolino anche nei comuni limitrofi della costa veronese del Lago di Garda. Nella versione "Chiaretto" è di colore rosa e ideale quale aperitivo o con antipasti. Per approfondire: ilbardolino.com


mancano ...
Torna ai contenuti